16 marzo 1978. Via Fani, la strage negata

In occasione della ricorrenza del sanguinoso agguato di via Fani del 16 marzo 1978 in cui morirono cinque uomini della scorta di Aldo Moro che fu rapito dalle Brigate Rosse, approfondiamo la vicenda insieme allo storio Miguel Gotor, al criminologo Giovanni Ricci, al presidente dell’Associazione Domenico Ricci, al fratello di Raffaele Iozzino (M.O.V.C) Vincenzo Iozzino e al nipote di Giulio Rivera (M.O.V.C.), Ignazio Rivera.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *