Brigate Rosse. L’invisibile

Torniamo indietro nel tempo, per l’esattezza nel giugno 1975, quando il re degli spumanti Vittorio Vallarino Gancia fu sequestrato tra Canelli e Acqui dalle Brigate Rosse e liberato a seguito di un conflitto a fuoco in cui persero la vita Giovanni D’Alfonso, carabiniere 45enne in servizio nella compagnia di Acqui Terme da un mese, e Margherita Cagol, la brigatista fra i componenti del nucleo storico dell’organizzazione, moglie di Renato Curcio.

Ne abbiamo parlato con Simona Folegnani e Berardo Lupacchini, autori del libro inchiesta “Brigate rosse. L’invisibile”. Con noi anche il Colonnello dei Carabinieri Luciano Seno, nel ’74 parte della squadra del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, in prima linea nella lotta contro le Brigate Rosse.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *