Il Corvo di Palermo. Alle radici del sistema

Nell’estate del 1989, l’estate «dei veleni», “il Corvo” mette in atto il suo piano per screditare davanti all’opinione pubblica il giudice che per molti in Sicilia rappresenta l’unica speranza contro la mafia: Giovanni Falcone. In una lettera anonima accusa Giovanni Falcone di aver trasformato il pentito Salvatore Contorno in un killer di Stato per stanare Totò Riina, il capo dei capi di Cosa Nostra.

Insieme agli autori del libro “Il corvo di Palermo. Le lettere anonime che spaccarono l’antimafia e infettarono la giustizia italiana” Riccardo Rosa e Matteo Zilocchi (Glifo Edizioni) cercheremo di capire chi si celava dietro la figura del Corvo. Con noi saranno presenti anche Luigi de Magistris, in libreria da settembre con il suo ultimo libro “Fuori dal sistema” (Edizioni Piemme), e l’ex poliziotto Maurizio Ortolan.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *