Michele Santoro. Nient’altro che la verità

«Non so bene perché ho deciso di incontrare uno che ha ucciso ottanta persone. Guardo Avola e ho la sensazione di trovarmi davanti uno specchio nel quale comincio a riconoscere tratti che sono anche i miei. Inizio a seguirlo in un labirinto di ricordi»

Michele Santoro ha avuto modo di conoscere di persona Maurizio Avola, un killer pluriomicida mafioso che ha preso parte alle stragi. Da questo incontro è nato il libro “Nient’altro che la verità” edito da Marsilio. Ne abbiamo parlato con lo storico giornalista della Rai.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *